Come direttore commerciale ti sarà probabilmente capitato d’incorrere in due dei più grossi problemi riguardanti l’analisi dei report vendite. Non hai nessun dato con cui lavorare (e quelli che hai sono quantomeno imprecisi) o ti ritrovi con report pieni di ogni sorta di grafico a torta e istogramma noto all’uomo.

Questo “sovraccarico” d’informazioni non solo obbliga i manager a perdere tempo nella loro raccolta ma anche nell’analizzare, decifrare e provare a estrarre previsioni che possano aiutare il tuo team a migliorare le performance.

Come viene evidenziato nell’infografica, quello che conta più di tutto è avere chiari gli obiettivi. I direttori vendite hanno bisogno, in primo luogo, di comprendere cosa vogliono misurare e perchè!

Per esempio, se il tuo obiettivo è aumentare le entrate in un nuovo settore, è fondamentale pensare a quali obiettivi e attività correlate devono essere prese in considerazione dai tuoi agenti (più chiamate ai clienti, più visite, numero di contatti “freddi” contattati).

In questo modo puoi evitare la temuta “paralisi nell’analisi” in cui è facile cadere quando si cerca di estrarre previsioni di vendita da dati che non sono direttamente correlate con i tuoi obiettivi aziendali.

Con un gestionale vendite mobile e grazie alla tecnologia dell’intelligenza artificiale, oggi le reti commerciali possono creare report di vendita settimanali partendo dai dati realmente utili. In queato modo puoi evidenziare le aree più problematiche all’interno delle attività dei tuoi venditori, garantendoti la possibilità (e il tempo) di formarli e supportarli nei loro punti deboli, migliorando al contempo l’efficacia delle performance della tua squadra.

E, cosa ancor più importante, non dovrai più:

  • Perdere tempo prezioso nella raccolta informazioni
  • Investire ore nell’interpretare i dati
  • Impiegare energie nel creare previsioni e analisi
  • Correre il rischio di perderti parti importanti del processo di vendita

Sei pronto a goderti i benefici di report di vendita preciso, accurato e conciso?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More related stories